Apre il Museo Virtuale del Paleolitico di Camerota

Giovedì 1 agosto viene inaugurato il Muvip – Museo Virtuale del Paleolitico, presso il Porto di Marina di Camerota, una struttura museale moderna, realizzata grazie ai fondi PSR Campania 2007/2013, misura 313, per valorizzare il ricco patrimonio archeologico e naturalistico delle grotte del litorale, che sono oggetto di continui studi scientifici.

Grotta della Cala, Grotta del Poggio e Grotta della Serratura da oggi “raggiungibili a piedi” dal centro di Marina di Camerota, Grotta del Noglio e Baia degli Infreschi visibili attraverso una bella passeggiata in barca, sono testimoni del Paleolitico in Italia, frequentate per un lungo arco di tempo (da 500.000 anni fa all’età del bronzo) e custodi di innumerevoli ed interessanti reperti (5.000 nella sola grotta della Cala).

Un museo per valorizzare le grotte ma anche l’intero territorio, attraverso un plastico tattile ed un documentario di approfondimento sulle varie frazioni del comune di Camerota (Marina, Licusati, Lentiscosa e Camerota capoluogo), che attraverso percorsi specifici, mostrerà le emergenze più interessanti e i tesori nascosti della “Perla del Cilento”. L’inaugurazione prevista dalle ore 19:00 giovedì 1 agosto ed in serata, per l’occasione, in piazza San Domenico, avrà luogo lo spettacolo teatrale “Storia d’acqua di fuoco e di sangue” con regia di Gaetano Stella per celebrare la storia di Camerota partendo dalle sue grotte.

Invece venerdì 2 agosto una mostra fotografica dal titolo “Camerota, le vie della Civiltà”, che a partire dalle ore 19,30, decorerà lo spazio di piazza San Domenico. Una serie di attività da non perdere, quindi, questo weekend a Marina di Camerota.

Vi consiglio di vedere questi bellissimi video realizzati dal Muvip di Camerota sul canale youtube: clicca qui

Apre il Museo Virtuale del Paleolitico di Camerota Dal 01-08-2013 al 02-08-2013. A Camerota.

Articoli Correlati

Un Commento

  1. fulvia
    2 agosto 2013 at 0:34 Rispondi

    ricordo quando, anni e anni fa, venivo in vacanza a Camerota a seguito di mio fratello e mia cognata che scavavano nelle grotte sopramenzionate………