Ascea-Velia, Parmenide incontrò il Cilento

Ascea, dove l’anima respira l’eternità.

Dove Parmenide e Zenone, con i suoi paradossi, erano alla ricerca di un Essere che avesse le caratteristiche di unico eterno ed immutabile e che fosse in contrasto con “l’illusorio mondo dei sensi”. Ed è quì tra il verde della sua collina e l’azzurro del mare del Cilento che i sensi trovano un profondo appagamento.

Nel cuore della Campania, in provincia di Salerno, esiste ancora un mare incontaminato con le sue bio-spiagge dove è possibile gustare piatti tipici ed incontrare i bio-bagnini lieti di informare il turista sulle bellezze del luogo. Anche quest’anno “Bandiera Blu”!