Settimana della Cultura: i tesori del Cilento, dal 16 al 25 Aprile 2010

Al via la XII Settimana della Cultura, alla riscoperta del patrimonio artistico e culturale italiano, dal 16 al 25 aprile 2010.

Iniziativa voluta dal Ministero dei Beni Culturali per valorizzare e riscoprire i monumenti, palazzi, le chiese, i conventi, i musei, le biblioteche ed altro ancora della Bella Italia.

In occasione dell’evento, ci saranno mostre, convegni, laboratori, visite guidate, concerti, spettacoli ed aperture straordinarie che coinvolgerà anche il Cilento ed il Vallo di Diano.

Aderisce alla XII settimana della Cultura con visita ad ingresso gratuito per tutti ai Templi ed al Museo Archeologico di Paestum.

  • VELIA-ELAEA

Un appuntamento straordianrio per visitare gli Scavi Archeologici di Velia nei dieci giorni della manifestazione.

Verrà presentato l’intervento della Soprintendenza BSAE di Salerno sui dipinti murali che Francesco de Martino insieme a Nicola di Sardo ha decorato.

L’intervento sarà illustrato sia dal punto di vista del restauro che dal punto di vista storico artistico con le nuove acquisizioni sull’opera del De Martino con particolare attenzione alle decorazione della Foresteria Nobile in cui telamoni che sorreggono medaglioni e finte membrature architettoniche configurano ipotetici spazi scenici.

Il centro storico di Agropoli ospiterà l’evento dal titolo “Agropoli: una storia raccontata dal mare”. Sarà condotta una lettura della città da un punto di vista storico – antropologico, dando risalto agli insediamenti Bizantini, alle conquiste dei Saraceni nel territorio e lo sviluppo delle tradizioni, le arti e i mestieri legati al mare, soprattutto la pesca.

  • CASTELCIVITA E MOSTRA FOTOGRAFICA

Castelcivita si mostrerà in tutto il suo splendore. Nel Convento di Santa Gertrude verrà presentata una pianta della città in cui sono indicati e commentati i siti più interessanti del luogo e che saranno poi oggetto di visite guidate.

Una mostra di fotografie provenienti da archivi privati racconteranno le trasformazioni del Vallo di Diano sviluppando i temi della guerra, la festa, la vita quotidiana e l’abbigliamento nell’evoluzione del costume. Diversi i siti coinvolti: Teggiano, Sala Consilina, Padula, Sant’Arsenio, Sassano.

  • IL “TIRO AL PROSCIUTTO” DI CAMPORA

Campora, paese situato nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, il 24 aprile diventerà protagonista con l’inaugurazione della Chiesa di Santa Maria ad Nives da parte del Vescovo ed a seguire un convegno e la presentazione di diapositive attraverso le quali il pubblico verrà informato di tutti gli interventi eseguiti.

A seguire avrà luogo la festa del “Tiro al Prosciutto” con rievocazione storica del fenomeno del Brigantaggio attraverso performances, musica, danze e degustazioni pubbliche.

  • S. GIOVANNI A PIRO

Verrà inaugurato il 22 aprile alle ore 10.00 il restauro del Cenobio bizantino di San Giovanni Battista e per l’occasione sarà presentato il progetto “Monaci e Monacieddi” dell’ Istituto Comprensivo T. Gaza di San Giovanni a Piro.

Una ricerca svolta dalle classi seconda e terza media sul cenobio bizantino, con immagini, testi e musica. Un lavoro minuzioso con immagini, testi e musica, dove sono riportate notizie storiche e sociali legate al cenobio, credenze popolari che testimoniano il legame esistente fra la popolazione locale ed il sito storico.

Articoli Correlati